COME ACCRESCERE LA PROPRIA AUTOSTIMA: PICCOLE STRATEGIE PER MIGLIORARSI

Autostima

L’autostima non è un qualcosa di statico e immodificabile, al contrario una delle sue caratteristiche è proprio la dinamicità, ossia la sua possibilità di cambiamento, grazie a continui processi di aggiustamento che avvengono nel corso della nostra vita.

Essa viene influenzata da tutte le esperienze fatte e da quelle presenti, da stimoli interni ed esterni, i quali interagiscono tramite continui feedback che alimentano le possibilità di evoluzione di ognuno di noi.

Va da sé che sulla base di questi elementi possiamo ben capire quanto sia importante agire in prima persona per cercare di consolidare e sviluppare la nostra fiducia in noi stessi, attraverso delle strategie che possiamo attuare nella vita quotidiana.

VIVERE IN MANIERA CONSAPEVOLE

Acquisire consapevolezza in noi significa in primo luogo conoscersi a fondo, avendo ben presente le nostre risorse e i nostri limiti. In questo modo è possibile affrontare con efficacia gli eventi della vita, riuscendo a persistere anche di fronte alle avversità.

Vivere in modo consapevole significa anche avere una buona aderenza al momento presente, focalizzandosi sul vivere nel “qui ed ora”, così da evitare di farsi travolgere da possibili illusioni.

Questo è fondamentale, in quanto, può aiutarci ad evitare di negare o evitare situazioni difficili, riuscendo invece a vivere anche questi momenti seppur dolorosi, grazie anche alla possibilità di contare sulle proprie risorse e capacità di resilienza.

EVITARE DI IPER-CRITICARSI

Alla base di un’autostima solida ci sono l’amore, la cura e l’attenzione nei propri confronti. Questi elementi sono fondamentali perché permettono di avere rispetto nei nostri confronti, riuscendo ad accettarci, anche nei nostri sbagli e errori.

Spesso però non è così facile volersi bene nelle situazioni più difficili: accade così che possono innescarsi dei vissuti di incapacità e inadeguatezza, che alimentano pensieri nocivi di colpevolizzazione e critica verso noi stessi.

Per questo motivo, cercare di contrastare questi pensieri nel momento in cui emergono può aiutarci ad evitare l’attivazione di circuiti di feedback negativi che possono avere ricadute sul nostro livello di autostima, imparando ad essere maggiormente compassionevoli nei nostri confronti.

Una piccola strategia che possiamo mettere in atto in questi momenti è quella di domandarsi se diremmo e penseremmo le stesse cose nei confronti di una persona che sta passando un momento difficile. Se la risposta fosse “no”, potremmo allora cercare delle parole amorevoli e più gentili da rivolgere anche a noi stessi.

ASSUMERSI LA RESPONSABILITA’ DELLA PROPRIA ESISTENZA

Questa strategia può rappresentare il punto di svolta per riuscire a promuovere una maggiore serenità ed equilibrio personale: assumersi le responsabilità delle proprie scelte e delle proprie azioni, evitando di addossare le colpe sugli altri, determina un profondo cambio di prospettiva.

Questo non significa incolpare sé stessi di tutto ciò che di negativo ci accade o non riconoscere gli effetti che anche gli altri causano nelle situazioni che attraversiamo, significa invece cercare di attuare un cambiamento all’interno di un contesto che non ci fa stare bene.

Infatti, è proprio quando viviamo un momento di disagio che noi in prima persona siamo chiamati a riflettere su cosa possiamo fare in prima persona per stare meglio e per modificare la situazione attuale.

TROVARE UNO SCOPO NELLA PROPRIA VITA

Porsi degli obiettivi da raggiungere ci aiuta ad avere una maggiore chiarezza e coerenza interna. È importante, tuttavia, che questi obiettivi che decidiamo di perseguire siano realistici e non utopistici o ideali. Infatti, il rischio di porsi uno scopo troppo grande per noi non è solo quello di andare incontro ad un fallimento, ma anche di innescare poi un circolo di feedback negativi che vanno a diminuire la nostra autostima.

È utile, allora, procedere a passi più piccoli che ci permettano di sperimentare dei successi giorno dopo giorno, alimentando il nostro senso di autoefficacia e la fiducia nelle nostre capacità.

ESPRIMERE I PROPRI DESIDERI E LE PROPRIE EMOZIONI

Lasciare inespressi i propri bisogni, i propri desideri e le proprie emozioni può diventare una grande fatica da portare avanti, facilitando l’emergere di uno stato generale di malessere in grado di minacciare anche la visione che abbiamo di noi stessi.

Di conseguenza, per sostenere la nostra autostima, dobbiamo impegnarci a trovare delle modalità di espressione del nostro mondo interiore e, soprattutto, delle cose che più ci fanno stare male.

Tale espressione può avvenire tramite la parola, raccontandosi e aprendosi con qualcuno a noi caro e su cui possiamo fare affidamento. Tuttavia, è importante evidenziare che i canali espressivi sono molteplici e ognuno di noi deve riuscire a trovare quello più congeniale alle proprie caratteristiche e modi di essere e sentire. Alcuni esempi possono essere l’arte, la musica, lo sport, la meditazione.

Questi sono alcuni comportamenti che, se messi in atto con costanza, possono aiutare ad accrescer la nostra autostima. Proprio perché l’autostima è come un fiore che necessita di essere innaffiato e curato ogni giorno, così anche la nostra autostima per crescere ha bisogno di cure e attenzioni giornaliere.

Articoli Correlati

AMORE O ABITUDINE?

Vivi da tanti anni una relazione di coppia? A volte ti chiedi se si tratti di amore o di abitudine? Come fare a scoprirlo?  Pensi

Read More »

Hai bisogno di
informazioni?

Sono Noemi, se vuoi puoi mandarmi una email, scrivermi su Facebook, Instagram o Whatsapp. Puoi anche chiamarmi al telefono tra le 9:00 e le 18:00!