Comunicazione efficace

comunicazione efficace

Quando possiamo parlare di comunicazione efficace? E, quanto conta davvero all’interno di un rapporto a due? Sicuramente, abbiamo sperimentato tutti quella sensazione di ascolto poco attento oppure abbiamo portato avanti, senza sapervi porre rimedio, discussioni poco costruttive e dai risvolti spesso fastidiosi. Non è facile comunicare in modo efficace se non sappiamo dove porre la nostra attenzione, se non sappiamo davvero cosa significhi comunicare.

Proviamo, quindi, a dirigere il nostro sguardo su alcuni concetti chiave:

COS’E’ LA COMUNICAZIONE?

Dal latino: mettere in comune. Ovvero, condividere con chi ci è accanto contenuti e significati, ricordandosi che non è possibile non comunicare. Pensiamo, ad esempio, al silenzio successivo ad un litigio con il coniuge o alla mancata risposta ad un sms ricevuto. E’ impossibile non comunicare. Sia le parole che l’assenza di parole trasmettono qualcosa, a volte più di quanto crediamo.

comunicazione efficace

ASSERTIVITA’

Esprimi i tuoi pensieri. Puoi comunicare al tuo partner il tuo punto di vista, in modo chiaro, mantenendo un sufficiente livello di fiducia in te stesso e rispettando il parere dell’altro. Non è importante, infatti, imporsi o realizzare necessariamente il proprio punto di vista ma è importante essere in grado di comunicare in modo comprensibile e coerente ciò che si prova e si vive. Non temere che il tuo lui/lei non riesca a capire quanto affermi, sta a te permettergli di accedere ai tuoi pensieri. A volte, è sufficiente nutrire la consapevolezza dell’esistenza di un determinato pensiero dentro noi o di un determinato stato d’animo per riuscire ad indirizzarlo in modo più proficuo a chi ci è vicino.

COMUNICAZIONE NON VERBALE

Quale importanza attribuisci alle parole pronunciate e quale importanza attribuisci alla gestualità? Il linguaggio del corpo è più veloce, immediato, riesce prima a raggiungere l’altro, seppur non obbligatoriamente in modo consapevole. A volte, riteniamo di aver espresso contenuti capaci di veicolare il messaggio che ci siamo proposti ma, dall’altra parte, il nostro partner recepisce qualcosa di diverso. E’ bene mantenere il contatto visivo con il nostro/a compagno e non dimenticare il valore della “bolla prossemica” all’interno dei rapporti sociali (se vuoi approfondire, clicca qui).

ASCOLTO ATTIVO

Senti od ascolti il tuo partner? Sentire ed ascoltare non sono sinonimi, quando sentiamo l’altro utilizziamo semplicemente la nostra percezione uditiva mentre nell’ascolto è necessario comprendere l’altra persona, mettersi nei suoi panni.  
Cerchiamo, allora, di essere aperti all’altro, cerchiamo di essere aperti allo scambio comunicativo perché ciò può preservarci da inutili fraintendimenti e permetterci di stabilire una relazione più intima e rispettosa.

NON GIUDICARE – EFFETTO ALONE

Non esiste la perfezione, ciascuno di noi ha punti di forza ed aree di miglioramento. In psicologia, si parla di effetto alone quando la prima impressione che abbiamo di una persona ci condiziona fino a non “vedere” realmente chi abbiamo davanti.
Non sempre è facile vincere la tentazione di non giudicare ma quando questo accade, tutti ci perdono, specie in un rapporto a due.

comunicazione efficace

CONCLUSIONI

Una buona comunicazione non permette la sola espressione di concetti o la sola ricezione di nuove informazioni, una buona comunicazione è alla base della felicità di una coppia.

Articoli Correlati

Hai bisogno di
informazioni?

Sono Noemi, se vuoi puoi mandarmi una email, scrivermi su Facebook, Instagram o Whatsapp. Puoi anche chiamarmi al telefono tra le 9:00 e le 18:00!