VIOLENZA SULLE DONNE

Violenza sulle donne

Oggi inizieremo con una serie di dirette inerenti il tema Violenza sulle donne.

Intervistatrice: “Partendo da un’introduzione generale, se si pensa alla violenza sulle donne, nella visione comune si pensa a forme di violenza fisica. Ma ne esistono altre?”

Dott.ssa Cuda: “Esistono due principali tipologie di violenza, non sono quella fisica, ma anche quella psicologica che è più difficile da cogliere perché più sottile. Infatti, le ferite della violenza fisica sono immediate e visibili, mentre le ferite psicologiche non sono altrettanto visibili sul momento.”

Intervistatrice: “Non si parla mai abbastanza di questo tema e i dati ancora drasticamente importanti. Quante sono ancora le donne che, al giorno d’oggi, subiscono violenza fisica?”

Dott.ssa Cuda: “Secondo i dati Istat, il 31,5% delle donne tra i 16 e i 70 anni ha subìto nel corso della propria vita una qualche forma di violenza fisica o sessuale: il 20,2% ha subìto violenza fisica, il 21% violenza sessuale, il 5,4% le forme più gravi della violenza sessuale come lo stupro e il tentato stupro.”

Intervistatrice: “E invece i dati sulla violenza psicologica?”

Dott.ssa Cuda: “Il 26,4% delle donne subiscono violenza psicologica o economica dal partener attuale, il 46,1% da ex partener.”

Intervistatrice: “Ma cosa si intende per violenza psicologica?”

Dott.ssa Cuda: “La violenza psicologica è quotidiana, fatta di denigrazione, svalutazione e umiliazioni continue. Una delle tipologie della violenza psicologica prende la forma di violenza economica.”

Intervistatrice: “In che senso violenza economica?”

Dott.ssa Cuda: “La violenza economica è quando qualcuno esercita un controllo sulle entrate finanziarie della donna o della famiglia.”

Intervistatrice: “Ma il controllo può essere esercitato solo il partner?”

Dott.ssa Cuda: “No, non solo. Anche per esempio il padre nei confronti della figlia o il fratello nei confronti della sorella. Tutti i modi di esercizio del proprio potere attraverso il controllo del denaro.”

Intervistatrice: “E la violenza fisica invece? Quali forme prende? Si intende solo la violenza sessuale?”

Dott.ssa Cuda: “La violenza fisica si esprime attraverso un’aggressione diretta nei confronti di una persona, ad esempio percosse, schiaffi, pugni. Ma come già accennavi esiste anche la violenza sessuale che non è esclusivamente riconducibile ad un rapporto completo non consenziente, ma riguarda anche il coinvolgimento del corpo della vittima in modo non voluto.”

Intervistatrice: “Ma di fronte a queste situazioni, quante donne denunciano?”

Dott.ssa Cuda: “I dati Istat riportano che in Italia 9 volte su 10 il crimine non viene denunciato.”

Intervistatrice: “E chi solitamente opera queste forme di violenza?”

Dott.ssa Cuda: “In 2 casi su 3 il carnefice è il partner o l’ex partner. Poi differenti sono i modi di agire violenza. Talvolta la donna si rende conto della situazione in cui si trova, interrompendo la relazione malata. A volte però il partner, o l’ex partner, mettono in atto dei comportamenti che mirano a non interrompere il legame.”

Intervistatrice: “A tal proposito ci stai parlando di comportamenti volti a non interrompere il legame. Ci puoi fare qualche esempio?”

Dott.ssa Cuda: “Si, un esempio di cui si sente molto parlare è lo stalking. Questo fenomeno consiste in un comportamento persecutorio messo spesso in atto quando la donna cerca di allontanarsi da una relazione violenta. Il maltrattatore perseguita l’ex partner seguendola negli spostamenti, aspettandola sotto casa, al lavoro o telefonandole continuamente a casa, in ufficio, sul telefonino. Gli effetti sulla donna possono essere devastanti in quanto si va a minare il suo senso di autonomia e di indipendenza.”

Intervistatrice: “Adesso che ci hai fatto una panoramica su quelle che sono le forme di violenza sulle donne volevo chiederti se qualcosa, nella situazione di pandemia, si è modificato?”

Dott.ssa Cuda: “Eh si, a causa della vicinanza “costretta” dalla situazione pandemica che ci ha visto restare chiusi per settimane nelle nostre case, molte situazioni si sono inasprite. Infatti, i dati del 1522, ovvero il numero di pubblica utilità contro la violenza sulle donne e lo stalking, ha registrato il doppio delle chiamate rispetto alla situazione pre-pandemia. Però lasciamo questo argomento per la prossima puntata.”

Articoli Correlati

INFERTILITA’ DA STRESS

Tra le situazioni che molte coppie si trovano ad affrontare in questi ultimi anni, vediamo sicuramente l’infertilità da stress.  Le coppie di oggi sono inglobate

Read More »

IL TRADIMENTO

Tra gli argomenti più trattati in terapia di coppia, in questo periodo, vediamo sicuramente il tradimento! Ti è mai capitato? Hai tradito o sei stato

Read More »

Hai bisogno di
informazioni?

Sono Noemi, se vuoi puoi mandarmi una email, scrivermi su Facebook, Instagram o Whatsapp. Puoi anche chiamarmi al telefono tra le 9:00 e le 18:00!